Come si prepara un tagliere di salumi

Il tagliere di salumi è una scelta pratica e sfiziosa per un aperitivo con amici ed un antipasto tradizionale e trasversale per cene formali o importanti, mala sua preparazione non è così semplice e scontata come potrebbe sembrare.

Si tratta infatti di una vera e propria composizione, di seguito ti sveleremo i segreti per preparare un tagliere di salumi per rendere felici i tuoi ospiti!

LA SCELTA DEI SALUMI

Per evitare di annoiare il palato è preferibile accostare salumi diversi per sapore e consistenza, stagionati e cotti, ma puoi scegliere di dare un tema al tuo tagliere e scegliere di presentarli in base alla provenienza o ai tempi di stagionatura.

PORZIONI E TAGLI

Tutti i salumi si degustano tagliati a fette molto sottili (tranne il salami tradizionali, come BioEttore e Padus, che vanno tagliati a fette più spesse e trasversalmente), anche se alcuni tipi, come per esempio la mortadella, si prestano ad essere assaggiati anche a cubetti. Per preparare il giusto quantitativo di salume calcola per ogni commensale due fette di ciascun prodotto come porzione ideale.

Non affettare i salumi con largo anticipo, tagliati sul momento mantengono meglio le loro proprietà ed il gusto.

LA DISPOSIZIONE

L’ideale è disporre i salumi una fetta di fianco all’altra: puoi partire dai salumi con le fette più grosse e dai sapori più neutri fino ad arrivare alle fette più sottili dal gusto più forte e piccante, oppure in ordine crescente dai più ai meno stagionati.

COMPANATICO

Accompagnare i salumi con altri prodotti è sempre un’idea sfiziosa che mette in moto la creatività culinaria degli ospiti che possono così scegliere gli abbinamenti in base al proprio gusto.

Di fianco ad un tagliere di salumi non devono mai mancare crostini di pane abbrustolito o in alternativa grissini fatti in casa (più leggeri e fragranti), ma anche frutta fresca di stagione, sottaceti, verdure grigliate e formaggi.

VINO IN ABBINAMENTO

Non esiste una regola per gli abbinamenti ma la soluzione più pratica se non sei un esperto è quella di abbinare il vino al salume dal gusto più forte: se per esempio è il Coppone di maiale nero allora abbinalo con vini bianchi aromatici, anche leggermente mossi, come il Malvasia dei Colli di Parma o il Malvasia istriana, oppure con vini rossi leggeri e fruttati.