Ricetta Amatriciana Bio

L’Amatriciana è il piatto simbolo che deve la sua denominazione alla tradizione gastronomica di Amatrice, piccola cittadina in provincia di Rieti. Una ricetta dalle origini contadine a base di guanciale amatriciano e formaggio pecorino.

Identificata ormai come primo piatto tipico anche della cucina romana e, in generale, laziale, è fra i piatti italiani più conosciuti e cucinati in assoluto.

In questo articolo vi diamo la ricetta per preparare un condimento all’Amatriciana con ingredienti biologici!

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 100g di Guanciale Amatriciana al pepe nero PrimaVera (lo trovi su bottegapedrazzoli.it)
  • 400g di pomodori pelati bio
  • 75g di pecorino romano bio grattuggiato
  • 50ml di vino bianco bio
  • 1 peperoncino bio
  • sale fino qb
  • olio evo bio qb

PREPARAZIONE

Se hai scelto il Guanciale Amatriciana al pepe nero PrimaVera intero, elimina la cotenna e taglialo a fette di circa 1 cm di spessore; riduci le fette a listarelle di circa mezzo centimetro. Se invece hai scelto il formato vaschetta il guanciale sarà già tagliato a fatte della giusta forma e spessore.

A questo punto scalda una padella, aggiungi il guanciale ed il peperoncino intero; falli rosolare a fiamma bassa per 7-8 minuti fino a che il grasso non sarà diventato trasparente e la carne croccante; mescola spesso facendo attenzione a non bruciarlo. Quando il grasso si sarà sciolto, sfuma con il vino bianco, alza la fiamma e lascia evaporare.

Trasferisci le listarelle di guanciale in un piatto e tienile da parte, versa nella stessa padella i pomodori pelati: sfilacciali con le mani direttamente all’interno del fondo di cottura, prosegui la cottura del sugo per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo elimina il peperoncino dal sugo, unisci le listarelle di guanciale in padella e mescola per amalgamare.

Una volta cotta la pasta, scolala ed uniscila direttamente nella padella con il sugo. Saltala molto velocemente per amalgamarla bene al condimento, se gradisci la pasta al dente puoi spegnere il fuoco, altrimenti versa poca acqua della pasta per proseguire la cottura. Per finire spolverizza con il pecorino grattugiato.

Consigli ed errori da evitare:

  • Togli sempre la parte con il pepe dal guanciale, in cottura rilascia note amare
  • Non aggiungere nessun grasso alla padella
  • Non alzare mai troppo la fiamma per non bruciare il guanciale
  • Aggiungete il pecorino solo dopo aver spento il fuoco

Quale tipo di pasta è meglio utilizzare?

Non c’è una regola, molto dipende dal gusto personale. Il bucatino è sicuramente l’abbinamento più classico, una pasta lunga che raccoglie bene questo tipo di condimento, ma se preferisci la pasta corta allora potresti optare anche per rigatoni o penne.