Quattro Case - Il Lardo del salumificio Pedrazzoli - Linea Q+
22670
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-22670,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive,cookies-not-set
 

Quattro Case – Il Lardo

Linea Q+

Quattro Case – Il Lardo

Qualcosa in più sul nostro Quattro case – il Lardo al pepe nero della Linea Q+.

La storia del Quattro Case – Il Lardo della linea Q+ – è frutto di un’antica tradizione e si caratterizza dall’utilizzo di tutte le parti del maiale, da uno spessore sostenuto (almeno 5 centimetri) e da una lunga stagionatura. La preparazione del lardo comincia dividendo un taglio di grasso di maiale in parallelepipedi che poi andranno massaggiati con sale marino. Questi pezzi di lardo verranno quindi messi a stagionare in “conche” con coperchio, riposti uno sull’altro a strati e immersi in una mistura naturale: sale marino in grani, pepe nero appena macinato, aglio fresco sbucciato, rosmarino e salvia spezzettati. Dopo sei mesi il lardo è pronto con le sue caratteristiche fette bianchissime, morbide, profumate e -soprattutto- straordinariamente dolci e delicate.

Per conservare il lardo dopo il taglio, è buona abitudine ripiegare la “lingua” della cotenna avanzata sul corpo del lardo e lasciare che il pezzo di lardo rimanga coperto dal suo sale, quindi avvolgerlo in un panno che dovrà essere sempre leggermente umido. Mantenere in cantina o locale fresco. In alternativa, si può conservare nel ripiano inferiore del frigorifero.

 

ABBINAMENTI: In cucina si serve tagliato sottile, abbinato con crostini caldi di pane. Speciale abbinamento con aceto balsamico. Ha buon matrimonio con vini bianchi di struttura, anche aromatici. Consigliato il Fermentino dei Colli di Luni.

 

PECULIARITÀ
Privo di derivati del latte
Privo di zuccheri aggiunti
Senza glutine
Privo di additivi chimici e conservanti
Non contiene antiossidanti
Stagionatura minima 6 mesi